PARTIGIANE 2.0

 
 
PER REGISTRARTI CLICCA QUI

OGGETTO DEL CONCORSO E PROCEDURA

L’Associazione “Chiamale Storie” per rendere onore alla memoria delle tante donne che hanno partecipato alla Resistenza e per offrire alla comunità un luogo di riflessione su una vicenda che ha contribuito alla nascita e alla formazione della democrazia in Italia, bandisce un concorso internazionale per la progettazione di una Installazione artistica dedicata alle donne partigiane da collocare a Milano nella omonima piazza.

Il Concorso, aperto a chi abbia compiuto 18 anni e non incorra nei motivi di esclusione di cui all'art. 80 del D.Lgs. 50/2016 e s.m.i., è articolato in un unico grado in forma anonima.

Per garantire anonimato e condizioni uniformi di partecipazione le procedure del concorso e il rapporto fra Ente banditore e concorrente avverranno esclusivamente per via telematica attraverso il sito
www.bandopartigiane.concorrimi.it.

Al sito sopra citato il concorrente avrà accesso mediante registrazione e potrà scaricare il materiale necessario alla partecipazione, formulare quesiti, consultare l'apposita pagina "news" e consegnare mediante caricamento gli elaborati delle proposte idetive.

CALENDARIO DEL CONCORSO

Le principali scadenze della procedura del Concorso sono le seguenti:
  • 07.01.2020 ore 12:00:00
    Termine per la ricezione delle richieste di chiarimento;
  • 10.01.2020 ore 12:00:00
    Termine per la pubblicazione delle risposte alle richieste di chiarimento;
  • 31.01.2020 ore 17:00:00
    Termine per la ricezione delle proposte progettuali;
  • 03.03.2020
    Comunicazione esito.

PREMI E RIMBORSO SPESE

Il vincitore del concorso riceverà un premio di € 2.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge).
A ciascuno dei 2 concorrenti classificati dopo il vincitore sarà riconosciuto un rimborso spese pari a € 500,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge).

DOCUMENTI DEL CONCORSO

L'Ente banditore fornisce la seguente documentazione:
1. Bando di concorso
Bando di concorso (application/pdf)
2. Relazione allegata al bando
Allegati al bando AGGIORNATO al 22.11_DEF.pdf (application/pdf) - Relazione allegata al bando
3. Documentazione fotografica
0_veduta_aerea_Piazzale_Donne_Partigiane.jpg (image/jpeg) - Veduta aerea di Piazzale Donne Partigiane con l'indicazione del roseto, sito dell'intervento
1_piazzale_donne partigiane.JPG (image/jpeg) - Veduta del Piazzale Donne Partigiane (Milano, Municipio 6)
2_piazzale_donne_partigiane.JPG (image/jpeg) - Altra veduta del Piazzale Donne Partigiane (Milano, Municipio 6)
3_roseto_oggetto_di_intervento.JPG (image/jpeg) - Veduta ravvicinata del roseto, sede dell'installazione, in Piazzale Donne Partigiane (Milano, Municipio 6)
4_roseto_oggetto_di_intervento.JPG (image/jpeg) - Veduta ravvicinata del roseto nel contesto architettonico
5_roseto_oggetto_di_intervento.JPG (image/jpeg) - Veduta ravvicinata del roseto
6_roseto_oggetto_di_intervento.JPG (image/jpeg) - Altra veduta ravvicinata del roseto
7_forometria_piedistallo.JPG (image/jpeg) - Forometria all'interno del roseto, ora chiusa con tozzetto, che fungerà da piedistallo dell'installazione
8_interno_roseto_forometria_in fase_di_ ristrutturazione.jpg (image/jpeg) - La fontana in fase di ristrutturazione prima di essere trasformata in roseto, con vista della forometria (ora chiusa con tozzetto) e delle tubature per l'impianto di irrigazione
4. Schema di contratto di incarico
schema_di_contratto.doc (application/msword) - Schema di contratto di incarico

QUESITI E RICHIESTE DI CHIARIMENTI - UNICO GRADO

Termine per l'invio delle domande: 07.01.2020 alle ore 12:00:00
Termine per la pubblicazione delle risposte: 10.01.2020 alle ore 12:00:00

ELABORATI RICHIESTI - UNICO GRADO

La proposta ideativa richiesta per la partecipazione al concorso deve essere composta dai seguenti elaborati:
  1. 2 (due) tavole in formato UNI A1 eseguite con tecnica libera nelle quali sarà rappresentato:
    il progetto dell’installazione, la sua collocazione nell'ambito del sito (fotoinserimento), prospetti e sezioni, rendering e tutto quanto il concorrente ritenga utile alla comprensione del progetto che presenta.
  2. una relazione (di max 8 cartelle formato UNI A4 compresa la copertina, in carattere Arial corpo 11, su file PDF con orientamento verticale), che illustri e chiarisca dettagliatamente:
    • le motivazioni della scelta progettuale dell'opera proposta e il rispetto degli obiettivi del bando
    • i materiali che si intendono impiegare,
    • i costi di realizzazione e di manutenzione, finalizzati al mantenimento dell’efficienza dell'opera, considerando un orizzonte temporale da 1 a 10 anni.
    La relazione potrà essere accompagnata da schizzi, immagini, schemi grafici e tutto quanto il concorrente giudichi utile alla comprensione del progetto.
I file degli elaborati dovranno essere stampabili e non dovranno eccedere ciascuno la dimensione di 10MB.

Il codice alfanumerico (codice registrazione) che il sistema assegna ad ogni partecipante al momento della registrazione NON deve essere riportato sugli elaborati, pena l'esclusione.

Elaborati difformi dalle sopra citate specifiche o che contengano elementi riconoscitivi (quali titoli, loghi, motti, ecc.) che potrebbero ricondurre alla paternità della proposta ideativa, comporteranno l'esclusione dal concorso.

I file devono essere, a pena di esclusione, anonimi sia nel contenuto sia nelle proprietà.
Per le istruzioni su come rendere anonimo un file pdf visita il sito https://helpx.adobe.com/it/acrobat/using/pdf-properties-metadata.html (link aggiornato al 18/06/2018).
E' possibile inoltre utilizzare il software consigliato dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori:
- per i sistemi operativi Windows PDF-XChange Editor (https://www.tracker-software.com/),
- per i sistemi operativi MacOs PDF Metadata Editor (http://broken-by.me/pdf-metadata-editor/).

CRITERI DI VALUTAZIONE - UNICO GRADO

Nella seduta riservata la Commissione giudicatrice definisce la metodologia dei lavori.
La scelta delle proposte ideative verrà fatta sulla base dei seguenti criteri di valutazione:

la coerenza con gli obiettivi del Bando, la qualità e originalità artistica, la realizzabilità tecnica, l’integrazione con l’ambiente e lo spazio urbano, la durevolezza, la facilità di manutenzione e la congruità dei costi. 

Per ogni opera verranno assegnati su una base pari a 100 i seguenti punteggi:

  • coerenza con gli obiettivi del Bando Fino a un max di punti 25
  • qualità e originalità artistica fino a un max. di punti 25
  • realizzabilità tecnica fino a un max. di punti 15
  • durevolezza e facilità di manutenzione fino a un max. di punti 15
  • integrazione con l’ambiente e lo spazio urbano fino a un max. di punti 10
  • congruità dei costi fino a un max. di punti 10

È prevista una soglia minima di sbarramento, al di sotto della quale i progetti non saranno inseriti in graduatoria (e non potranno quindi risultare assegnatari dei premi), pari a 60 punti sui 100 punti attribuibili dalla Commissione.